You are here

Energia

  • GRI
    

Per Enel utilizzare in maniera efficiente l’energia significa, da un lato, massimizzare il rendimento del mix di fonti (termoelettriche, nucleari e rinnovabili) e, dall’altro, rendere la rete di distribuzione sempre più efficiente. La strategia di riduzione dei consumi energetici di Enel, quindi, prevede investimenti per aumentare l’efficienza in tutte le attività del Gruppo, dalla produzione alla distribuzione, e punta anche a diffondere una maggiore consapevolezza nei comportamenti (si veda anche il capitolo “Crescita attraverso tecnologie e servizi low carbon”).

Nel 2018 sono continuate le attività di efficientamento dei processi ed è proseguita l’attuazione di programmi di eccellenza operativa nelle varie Linee di Business.

I consumi energetici sono principalmente rappresentati dai combustibili fossili per il funzionamento delle centrali termoelettriche e dall’uranio per le centrali nucleari. Una quota contenuta del consumo energetico è relativa al funzionamento delle centrali di produzione di elettricità da fonti rinnovabili.

Il consumo diretto complessivo di combustibile risulta pari a 1.547.064 TJ (pari a 37,0 Mtep). Durante l’anno è stata registrata una diminuzione dell’11% rispetto al 2017 dei consumi energetici di combustibile dovuti alla minore produzione termoelettrica e nucleare. La produzione geotermica in Italia e Cile è rimasta sostanzialmente stabile. L’intensità energetica del Gruppo, che fornisce una misura dell’efficienza operativa, nel 2018 risulta pari a 6,0 MJ/kWheq, registrando una diminuzione dell’11%.

Tale riduzione rispetto al 2017 riflette un mix di produzione nell’anno che registra, a fronte di una produzione di Gruppo stabile, una crescita della produzione da fonti rinnovabili.

Consumo di combustibile per fonte primaria (.000 Tj)

consumo di combustibile

Consumo totale di combistibili fossili 2018 per produzione termoelettrica semplice e combinata 29,6 Mtep (%)

Intensità di energia (MJ/kWheq)

Intensità di energia (MJ/kWheq)

Nella tabella seguente sono riportate alcune delle iniziative principali effettuate sia sulle centrali sia sul territorio con l’indicazione del Paese e dell’area di intervento in termini di efficienza energetica.

PaeseArea di InterventoDescrizione intervento
RussiaProduzione termoelettrica

Nevinnomyskaya: diverse sono le iniziative realizzate nel 2018, che hanno consentito il risparmio totale di circa 56mila GJ; tra queste l’utilizzo di apparecchiature a maggiore efficienza energetica con relativa riduzione del consumo di carburante, azioni di efficientamento come l’inserimento di ventilatori per abbassare la temperatura dell’aria, ristrutturazioni tecniche e opere di ammodernamento delle pompe di alimentazione (unità 7) e della caldaia del sistema di alimentazione del carburante (unità 5A).


Reftinskaya:
grazie alla continuazione della riorganizzazione del sistema di illuminazione con la sostituzione delle normali lampadine con i LED è stato possibile un risparmio di circa 87mila GJ.


Konakovskaya: sono stati risparmiati in tutto circa 60mila GJ provenienti da alcuni interventi sull’unità 8 (rifacimento del sistema di isolamento della caldaia e della turbina, pulizia delle superfici di riscaldamento).

SpagnaProduzione termoelettricaPiù di 171 GJ risparmiati per la sostituzione di apparecchi convenzionali co apparecchi a LED nella Centrale di Almeria.
ItaliaDistribuzione rete elettricaSono stati risparmiati in tutto circa 152mila GJ grazie all’installazione di nuovi trasformatori a perdite ridotte, all’ottimizzazione dell’assetto di rete MT, all’installazione di nuove cabine e alla ricostruzione/potenziamento di linee BT/MT. L’inserimento nella rete di distribuzione di nuove cabine (sia AT/MT sia MT/BT) consente una razionalizzazione e ottimizzazione della rete a tensione inferiore, determinando una riduzione della lunghezza media e del carico medio della rete stessa con conseguente riduzione delle perdite di energia. I rifacimenti delle linee MT e BT sono generalmente effettuati sostituendo i conduttori esistenti con altri di sezione maggiore con una conseguente riduzione delle perdite di energia.
RomaniaDistribuzione rete elettricaSono stati risparmiati circa 196mila GJ grazie all’incremento dell’attività di manutenzione, e al miglioramento del sistema di misura intelligente.